Clubbells sind Trainingsgewichte, die auf unterschiedliche Weise geschwungen werden können. Der Name Indian Clubs stammt von den traditionell Indischen Kushti-Ringern verwendeten Geräten und so nutzen diese Club-Bells heute auch besonders Kampfsportler und Athleten, die sich für traditionelle Trainingsformen interessieren.

Trainiert wird bei jeder Übung automatisch die Körpermitte sowie jeweils verschiedene Muskelketten. Der Vorteil gegenüber anderen Trainingsmethoden liegt ganz klar in der Beanspruchung ganzer Muskelketten anstelle einer “isolierten” Partie. Es wird der Körper in seiner natürlichen Funktion trainiert und nicht in vorgefertigte, künstliche Bewegungsmuster “gepresst”

 

———-

 

Un attrezzo originale studiato, costruito e utilizzato per allenare la mobilità articolare, la tenuta del Core e incrementare la stabilità di tutto il corpo

Zurkhane, “la fonte della potenza”: la storia della ricerca della massima forza fisica, da parte dell’uomo e della casta dei guerrieri in particolare, affonda in Persia le sue millenarie radici. Attinge infatti a questa pratica, ancora oggi tradizionalmente tenuta in vita in Iran e riservata esclusivamente agli uomini, nella quale l’attrezzo principale è una clava di peso e dimensioni diverse, a seconda delle capacità di chi la maneggia.

 

Specificità del Clubbell

Il Clubbell recupera la tradizione utilizzata per secoli di spostare un peso in tre direttrici, invece di sollevarlo solo in una o due di queste. Il peso decentrato del Clubbell crea uno spostamento che, per il suo controllo,richiede e genera una forza neurologica enorme, senza il danno al tessuto connettivo causato dai pesi convenzionali. Quando si fa sollevamento pesi, per aumentare la produzione di forza bisogna aumentare il carico: quanto più questo è maggiore, tanto più lo è la compressione dannosa sul tessuto connettivo molle, sulle articolazioni e sulla colonna vertebrale. Il centro di gravità decentrato del Clubbell costringe all’utilizzo di un carico inferiore, pur stimolando una produzione di forza superiore. Solo la contrazione muscolare può trattenere il Clubbell, mosso in maniera balistica. Slanciare un peso aumenta la torsione e aumentare la torsione incrementa la produzione di forza.

L’allenamento con i Clubbell produce incrementi esponenziali: La trazione apre le articolazioni invece di comprimerle: aumenta la forza del tessuto connettivo. L’allenamento convenzionale con i pesi può essere eseguito lungo due sole direttrici. L’allenamento con i Clubbell è triplanare, cioè si muove lungo i piani saggitale, trasverso e frontale. Muovendosi in modo triplanare, il Clubbell rafforza le catene fasciali lungo il loro range di movimento completo. Ciò aumenta l’elasticità dei tessuti molli, invece di traumatizzarli come fanno i movimenti bidimensionali del sollevamento pesi convenzionale. Il movimento in tre dimensioni “inonda” le capsule articolari di nutrimenti e lubrificante, scioglie le aderenze fasciali, leviga le cartilagini (prevenendo l’artrosi) e muove le ossa (prevenendo l’osteoporosi).

I vantaggi di allenarsi con i Clubbell
Lo sviluppo delle braccia, delle spalle, della parte alta della schiena e del petto di chi usa i Clubbell è evidente. Tuttavia, l’aspetto più importante è che i Clubbell sono costruiti appositamente per connettere la maggior produzione di forza di torsione al proprio core. Il Clubbell è veramente un’estensione del braccio ed ogni movimento è un esercizio di attivazione del core ed è per questo che, chi usa i Clubbell, ha addominali, obliqui e parte bassa della schiena incredibilmente forti. Inoltre, tutti gli esercizi coinvolgono tutto il corpo e ciò sviluppa glutei, posteriori delle cosce, quadricipiti e polpacci incredibilmente potenti grazie alla spinta delle gambe.

Principi su cui si basa il Clubbell
In che modo le clave migliorano la condizione fisica funzionale nella pratica sportiva?

– Principio del pendolo. La leva e la forza cambiano costantemente posizione, distribuendo e richiedendo forza di trazione lungo tutto l’arco di movimento, che crea resistenza e stressa i muscoli da angoli diversi. Ciò dà all’esercizio un effetto dinamico totalmente diverso, impossibile da ottenere con qualsiasi altro attrezzo. Questo principio del pendolo, usato per secoli ma andato perduto con l’allenamento convenzionale, è rinato grazie ai Clubbell.

– Effetto da allenamento complesso. L’esecuzione di una combinazione di esercizi stimola il sistema neuromuscolare ad attivarsi a un ritmo più rapido. Sviluppa contemporaneamente la forza, la velocità e la tecnica.

– Forza e tenuta della presa. Fra le caratteristiche più specifiche della preparazione fisica di alcuni sport c’è l’esigenza di far uso di diversi “attrezzi” – racchetta, mazza (da golf, da baseball…), manubrio (motociclismo, motocross, ciclismo), bastoni e sbarre (ginnastica attrezzistica, sci d’acqua, sci alpino) – con una compromissione diretta della forza e della tenuta del grip, per la miglior espressione del gesto tecnico e della performance generale. Tuttavia, gran parte dei programmi per la forza sottovaluta la forza delle mani, dei polsi e degli avambracci. Senza contare che recenti studi medici hanno dimostrato che una forza carente della presa nella mezza età è indice di disabilità in età avanzata.

– Forza lungo l’arco di movimento estremo. Il Clubbell allena ogni parte muscolare e articolare oltre l’arco e la profondità dei movimenti normali e, quando questi si ampliano improvvisamente, una “valvola di sicurezza” previene gli infortuni e ripristina la capacità di lavoro tradizionale senza interferire con la prestazione.

– Sinergia delle spalle.  Il Clubbell incrementa la tenuta della struttura muscolo-tendinea, libera l’articolazione dalle calcificazioni procurate dall’usura  e rilascia le tensioni, che ne limitano la mobilità in tutte le direttrici.

– Prevenzione e riabilitazione degli infortuni. L’utilizzo del Clubbell in particolare può essere un metodo conservativo di prevenzione dagli infortuni per le persone a rischio e anche uno strumento importante di riabilitazione per quelli che già soffrono di questi infortuni comuni correlati alla loro attività operativa.